Posted on

Accoltellamento alla bocciofila del Quartiere Cogne, un arresto per tentato omicidio

Nel tardo pomeriggio di sabato; un rumeno classe 1969 di Aosta è ricoverato in Rianimazione in prognosi riservata; già fermato il presunto aggressore, Slavko Markovic, serbo di 44 anni

Nel tardo pomeriggio di sabato; un rumeno classe 1969 di Aosta è ricoverato in Rianimazione in prognosi riservata; già fermato il presunto aggressore, Slavko Markovic, serbo di 44 anni

E’ ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Umberto Parini di Aosta, con un polmone perforato, un aostano classe 1969 di origine rumena (B.G.) che, nel tardo pomeriggio di sabato, attorno alle 18, è stato accoltellato al torace nel dehors della bocciofila del Quartiere Cogne, ad Aosta.
A colpirlo – davanti alla figlia di 8 anni – è stato un uomo di origine serba di 44 anni, Slavko Markovic, posto in stato di fermo dai Carabinieri di Aosta.
Alla base dell’aggressione, secondo le prime informazioni, ci sarebbero stati futili motivi, forse uno sguardo di troppo tra i due tra i fumi dell’alcol. Allontanatosi in un primo tempo dal bar, il serbo sarebbe ritornato tra i tavolini del dehors una decina di minuti più tardi, afferrando in mano un coltello con una grossa lama (lunga 22 centimetri) che ha sferrato contro la vittima, all’altezza delle costole.
A quel punto, essendo il locale piuttosto affollato, sono stati direttamente gli altri avventori a interrompere l’aggressione, col serbo che si è nuovamente allontanato dalla bocciofila.
Dopo poco meno di un’ora, non con poca difficoltà, i Carabinieri hanno tratto in arresto il presunto responsabile, che – come anticipato – è stato posto in stato di fermo in caserma, anche perché in un cassonetto della spazzatura in via Monte Pasubio gli inquirenti hanno rinvenuto il coltello – ancora sporco di sangue – utilizzato nell’aggressione.
(pa.ba.)

Condividi

LAST NEWS