Posted on

Doping, falsifica il timbro del medico e patteggia

I fatti risalgono al mese di dicembre quando Massimo Casone, 36 anni di Aosta, fu sorpreso con una ricetta falsa

I fatti risalgono al mese di dicembre quando Massimo Casone, 36 anni di Aosta, fu sorpreso con una ricetta falsa

Ha patteggiato quattro mesi di reclusione, questa mattina, davanti al giudice Marco Tornatore, Massimo Casone, 36 anni, originario di Napoli ma residente ad Aosta, accusato di aver falsificato la firma e il timbro del medico ortopedico aostano Giovanni Chiantaretto, costituitosi parte civile con l’avvocato Federico Parini, per ottenere farmaci dopanti. I fatti risalgono al dicembre 2013, quando l’uomo, difeso dall’avvocato Filippo Vaccino, fu sorpreso dalla polizia dopo un acquisto con la ricetta falsa. Le indagini presero il via quando furono riscontrati anomali ordinativi di medicinali impiegati per incrementare la massa muscolare.
(re.vdanews.it)

Condividi

LAST NEWS

Mercato Europeo di Aosta: si alza il sipario sulla tre giorni di gusti e oggetti da 30 paesi


Taglio del nastro per l'iniziativa che che andrà in scena fino a domenica 2 ottobre in piazza...

Posted by on