Posted on

Agroalimentare: sessanta produttori alla seconda Borsa dei prodotti valdostani

Agroalimentare: sessanta produttori alla seconda Borsa dei prodotti valdostani

Mercoledì 12 novembre, la seconda edizione dell'iniziativa pensata per favorire l'incontro tra produttori, trasformatori e compratori

Un’occasione di promozione della nostra produzione agroalimentare, anche nel tentativo di un nuovo approccio, non banale ai prodotti del territorio per coloro i quali ancora faticano nelle operazioni di promozione. Sono gli obiettivi della seconda edizione di ‘De la terre à la table, bourse des produits valdôtains, la borsa delle produzioni agricole e delle loro trasformazioni che si terrà mercoledì prossimo, 12 novembre, all’Area Espace Aosta della Pépinière d’entreprises in via Lavoratori vittime del Col du Mont, ad Aosta, organizzata dall’assessorato all’Agricoltura e dalla Chambre Valdôtaine con la collaborazione dell’Arev e della Coldiretti valdostana.
‘Una nuova sede e una nuova data, dopo l’edizione sperimentale dello scorso dicembre – ha commentato l’assessore all’Agricoltura Renzo Testolin. Saranno 60 i produttori partecipanti; 22 della filiera del vino, ‘che se vogliamo rappresenta il settore che già vanta consolidati contratti hors frontières’, 18 in rappresentanza della filiera orto frutticola, ‘in crescita – ha spiegato l’assessore, che punta sulla stagionalità dei prodotti, sul km zero e sulla massima qualità; 11 rappresentano invece il settore lattiero-caseario, quello che è sempre stato un po’ il motore dell’attività dei nostri produttori e che oggi si diversifica attraverso la produzione di formaggi freschi, yoghurt e produzioni ovicaprine di qualità’.
Tra gli ospiti, anche l’IPRA di Chatillon, ‘che da sempre si mostra sensibile all’utilizzo dei prodotti del territorio e che può dare un grande contributo per la promozione dei nostri prodotti in cucina ai futuri chef e ristoratori e il Celva con uno stand informativo che ha l’obiettivo di informare a proposito del progetto ‘Io mangio valdostano’.
«Un progetto che, in tempi socioeconomici così difficili si concentra sul territorio – ha spiegato il presidente della Chambre Nicola Rosset – che vuole mettere in relazione produttori, trasformatori e commercianti, sostenendo il territorio ma anche stimolando le aziende a uscire dai confini regionali, inculcando il concetto di rete tra quelle aziende che noi consideriamo storie vere e sane».
Lo scorso anno, alla Grand Place di Pollein (a dicembre) erano stati 120 i visitatori arrivati a conoscere le aziende della filiera agroalimentare di casa nostra.
Le iscrizioni per partecipare alla Bourse sono ancora aperte; chi vuole aderire deve contattare gli Uffici dell’Assessorato al numero 0165-275213; eventuali appuntamenti per trasformatori, ristoratori, commercianti, albergatori e associazioni sono invece gestiti dalla Chambre, 0165-573089.
Nella foto, a destra l’assessore all’Agricoltura Renzo Testolin; a sinistra il presidente della Chambre Nicola Rosset.
(cinzia timpano)

Condividi

LAST NEWS
Xc Eliminator: Gaia Tormena per la terza volta campionessa del mondo
Gaia Tormena alza le braccia al traguardo

Xc Eliminator: Gaia Tormena per la terza volta campionessa del mondo


La fenomenale biker dei Lupi ha dominato il Mondiale di Barcellona centrando il back to back e la...

Posted by on