Posted by on

Panathlon Valle d’Aosta: serata di gala per l’endurance rossonero

Una delegazione della disciplina ricevuta all'Etoile du Nord di Sarre, anche per onorare i 25 anni del Trofeo Les Grandes Montagnes di Torgnon

Panathlon Valle d’Aosta: serata di gala per l’endurance rossonero
Roberto Bona, Franco Pitti, Elena Vesan, Giovanna Rabbia Piccolo, Martina Pisano, Alberto Jorioz e Alessia Lustrissy

Serata di gala per l’endurance valdostano, protagonista dell’evento organizzato dal Panathlon Valle d’Aosta.

La serata

Venerdì 21 ottobre, nei locali dell’Hôtel Etoile du Nord di Sarre, i protagonisti della disciplina dell’equitazione hanno avuto modo di raccontare le peculiarità del loro sport e di celebrare i 25 anni dell’evento internazionale di Torgnon endurance “Trofeo Les Grandes Montagnes”.

Sul palco si sono alternati la socia del Panathlon e delegata regionale della Fise, Giovanna Rabbia Piccolo, Franco Pitti, organizzatore della manifestazione di Torgnon, Roberto Bona, veterinario, e le giovani atlete Martina Pisano e Alessia Lustrissy, che hanno celebrato la convocazione nella nazionale di endurance in vista dei Mondiali 2023, riservati Juniors e Young Riders (CH-M-YJ-E).

L’intervento

Dopo aver proiettato un filmato riassuntivo dei 25 anni anni dell’evento torgnolein, i protagonisti hanno portato all’attenzione della platea le peculiarità, ma anche i tanti sacrifici e le soddisfazioni raccolti dal mondo dell’endurance.

«In Italia i praticanti di una disciplina non ancora olimpica sono circa un migliaio – ha spiegato Giovanna Rabbia Piccolo -. Un numero ridotto, certo, ma che non manca di portare grandi risultati a livello internazionale e mondiale. Grazie a istruttori, tecnici ed eventi come quello di Torgnon, stiamo crescendo lentamente. E grande merito va a famiglie e atleti, che si sobbarcano lunghe trasferte per confrontarsi con gare impegnative, che arrivano a raggiungere i 160 km in una giornata».

(al.bi.)

Condividi

LAST NEWS